Negli ultimi anni ha fatto la propria comparsa in molti dispositivi elettronici la tecnologia HD (High Definition) ed ossia la capacità di riprodurre determinati contenuti video riproducendo immagini in maniera limpida e chiara nei più piccoli particolari offrendo così all’utente un effetto di realismo molto accentuato.

Un prodotto sul quale la tecnologia HD sta avendo un grosso successo è sicuramente il decoder satellitare grazie al quale è possibile fruire di tantissimi contenuti in tempo reale e di altissima qualità. Sono ancora in molti a non sapere  che non esiste solo il decoder di Sky per ricevere canali satellitari; sul mercato esistono tantissimi apparati di ricezione di canali che passano attraverso il satellite, alcuni in chiaro (liberamente visibili) e altri con segnale criptato, per i quali è necessario acquistare un abbonamento (in rete sono numerosi i venditori di abbonamenti satellitari hard )

Prima di capire per grosse linee il funzionamento della circuiteria che rende possibile la visione in HD, è utile rimarcare che per poter sfruttare al meglio le potenzialità dei decoder satellitari HD è indispensabile avere a disposizione un televisore che supporti la tecnologia HD e di opportuni cavi per il collegamento al fine di ottenere una distorsione quanto più possibile minima sia in termini di segnale audio che video. Incominciamo col dire che un decoder è un dispositivo elettronico che produce una determinata uscita in funzione di quelli che sono le informazioni presenti sugli ingressi. Nel caso specifico trasforma il segnale in ingresso che è di natura digitale in analogico al fine di renderlo compatibile con la circuiteria del televisore in maniera da renderlo visibile sullo schermo. Quindi la principale funzione del decoder è quella di interpretare il segnale in ingresso e quindi riprodurlo in uscita in maniera tale che sia comprensibile al dispositivo posto a valle di esso.

Il maggior pregio della tecnologia HD è quello di fornire una risoluzione tale da consentire una ottimale visualizzazione delle immagini anche se queste vengono riprodotte in schermi molto ampi e che nel vecchio standard contraddistinto da una risoluzione di 720 x 576 pixel dava luogo ad una definizione molto approssimativa e di scarsa qualità. Grazie alla tecnologia HD, invece, il decoder ricrea un’immagine con una più alta risoluzione che azzera questo fenomeno distorcente.

Esistono in questo momento tre tipologie di tecnologie HD supportare nei decoder satellitari che danno vita ad altrettanti formati:

– 720p o meglio nota come HD ready. Ha una risoluzione pari a 1280 x 720 pixel a scansione progressiva.

– 1080i per una risoluzione pari a 1900 x 1080 pixel a scansione interallacciata.

– 1080p o meglio nota come Full HD con risoluzione che in pratica sarebbe quella di una 1080i con scansione progressiva.

Infine, in commercio è possibile trovare almeno due tipologie di decoder satellitari con tecnologia HD e cioè quelli che supportano i formati HD ready e quelli che supportano formati Full HD. Chiaramente i secondi sono decisamente più performanti.